Auguri in affondo

pubblicato in: Formazione | 0
       Al momento degli auguri, ritorna un ricordo. Durante un momento dei nostri incontri di Coaching sportivo, una bambina ha disegnato un albero, simbolo del nostro desiderio di vedere nella nostra vita frutti maturi e di gustarne la bontà. Era stata brava: quel foglio bianco era diventato in pochi attimi un disegno con tanti insegnamenti per tutti, piccoli e grandi.
      Era stato spontaneo disegnare il bel tronco, i rami con tante foglie al vento e frutti tondi e cadenti. Anche quando non è chiaro se si tratta di mele, pesche o ciliegie, il colore della bontà sembra sempre essere il rosso.
     Mentre tutti ammiravamo i frutti appesi ai rami e guardavamo in alto, qualcuno ha abbassato gli occhi e ha visto che a quell’albero mancavano le radici. Un bel guaio, un albero senza radici. E quel giorno abbiamo imparato una verità: per ottenere frutti sempre più buoni e belli e per migliorarne la qualità occorre occuparsi delle radici. Sono loro a fornire linfa e nutrimento all’intero albero. La luce e l’aria sono poi indispensabili, ma dalla solidità delle radici e dalla loro salute che dipende la bontà del frutto.
     Ecco la consapevolezza che ormai ci accompagna:  chi ha ambizione di costruire un edificio alto e solido deve avere la pazienza di lavorare alle sue fondamenta.
     Il 2017 è stato per la nostra Società ancora un anno di grande lavoro di semina.  In tre direzioni.
     ……. 1) È stato il primo anno del quadriennio olimpico che ha visto al lavoro il nuovo Direttivo. Si tratta di rendere completo il dovere di appartenere ad una Società di persone che vivono e praticano lo Sport con lo spirito della vita di squadra. Si è continuato e rendere ricca e aperta la comunicazione, a far crescere il senso di condivisione, a consolidare uno stile: quello della buona educazione, del rispetto, della volontà di miglioramento di tutti.
    …….. 2) Una semina per creare con paziente determinazione una cultura dell’allenamento. Diverse iniziative hanno cercato e cercano di coniugare impegno e divertimento nella responsabilità di far sentire i bambini e i ragazzi (e anche gli adulti) responsabili e protagonisti della propria crescita umana oltre che sportiva. Coaching e Scheda Obiettivi sono i nuovi passi per favorire il desiderio di miglioramento della propria tecnica schermistica oltre che dell’atteggiamento mentale. Sotto la maschera c’è ancora molto lavoro da fare, ma l’ottimismo e la fiducia pagheranno!
   …….. 3) L’anno 2017 ha continuato ad essere propositivo di eventi di livello sempre più alto. Già ormai all’altezza di promuovere oltre i trofei locali anche Gare regionali e nazionali, abbiamo realizzato una manifestazione che difficilmente sarà ripetibile: il Gran Galà della Scherma con 7 Olimpionici sul Lungolago di Salò alla presenza del Presidente federale.

https://www.youtube.com/watch?v=YjCLL0PAPXY&feature=youtu.be

     Con la soddisfazione di vedere che il nostro impegno ha trovato appezzamento. E’ ulteriormente cresciuta la stima e la considerazione nei nostri confronti da parte del  Comitato Regionale Lombardo e della Federazione Italiana Scherma.
     Siamo grati e riconoscenti al 2017 che ci lascia con lo stimolo a non mollare nella nostra determinazione a fare sempre del nostro meglio. Accogliamo il 2018 con rinnovato ottimismo e fiducia.
     Dicevamo che quanto più in alto si vuole salire tanto più in profondità si deve innanzitutto scavare.
    Siamo pronti a scendere ancora un po’.
    Vogliamo costruire sulla roccia! Ce la faremo.