Qualche libro sulla scherma può sempre essere utile al tuo miglioramento. Non è un elenco completo e altre pubblicazioni verranno aggiunte.

Intanto, buona lettura.

 

Acton Johnny – Goldblatt David, Ginnastica, Scherma (Olympic Pill), ebook, Isbn Edizioni, 2012, pp. 31, euro 1,27.

Questa nuova Olympic Pill racchiude tutta l’ariosa leggiadria della ginnastica e la precisione elastica della scherma. Dopo l’assunzione di questa pillola le tecniche e i criteri di giudizio di salti dal trampolino, equilibrismi alla trave ed evoluzioni alle parallele non saranno più un mistero. Come non lo sarà il complicato meccanismo di assegnazione dei punti nella scherma, una delle discipline in cui l’Italia nutre le più alte aspettative. Le gare di Ginnastica artistica si svolgeranno alla North Greenwich Arena, quelle di Ginnastica ritmica alla Wembley Arena. La scherma sarà trasmessa in diretta dalla Excel Arena.

Alfonsi Stefano, Scherma. Discipline, regolamento, allenamento, De Vecchi, 2012, pp.128, euro 8,50.

Una panoramica completa e sintetica su questo nobile sport. La storia, la diffusione, i regolamenti, le gare e i campioni. Ampio spazio viene dato alla parte tecnica, con le indicazioni per allenarsi e comprendere le strategie di attacco e di difesa. Con disegni e fotografie, per seguire passo dopo passo le corrette sequenze di movimenti, apprendere gradualmente una corretta impostazione, perfezionarsi con l’allenamento e correggere gli eventuali errori.

Anonimo Bolognese, L’arte della spada. Trattato di scherma dell’inizio del XVI secolo, Il Cerchio, 2005, pp. 384, euro 28,00.

Anonimo del XV secolo, Trattato di scherma, Il Cerchio, 2009, pp. 176, euro 25,00.

Arau Gabriele, La scherma, La Spiga-Meravigli, 1988, euro 7,23.

Ariberto Celi, La scherma Siciliana. Comitato Regionale Siculo della Federazione Italiana di Scherma, La Tipografica Messina, 1990, pp. 112, euro 21,98.

Atti del VII Congresso medico della Federazione nazionale di scherma-VII Congres medical de la Federation internationale d’escrime, Giardini, pp. 212, euro 40,00.

Battistini Alessandro., Monomarchia. Trattato dell’arte di scherma, Il Cerchio, 2007, pp. 320, euro 28,00.

Beltrame A., In una sala di scherma a Budapest un critico teatrale e un attore erano già’ pronti per battersi, quando il direttore dello scontro si e fatto avanti a dichiarare che il momento in cui vive è troppo serio perché degli ungheresi abbiano ad affrontarsi con le armi in pugno, Domenica del Corriere 20 Dic 1931 N 51, euro 13,00.

Capoferro Ridolfo – Rapisardi Giovanni, Gran simulacro dell’arte e dell’uso della scherma, Seneca Edizioni, 2010, pp. 168, euro 20,00.

L’opera di Ridolfo Capoferro da Cagli, Maestro italiano al servizio della milizia tedesca, rappresenta senza dubbio il vero punto di origine della scherma moderna, per la tecnica di maneggio delle armi e per la definizione di nomenclature utilizzate fino ai giorni nostri. Il trattato, datato 1610, descrive la scherma della spada da lato, la cosiddetta “striscia”, da sola o abbinata al pugnale, alla cappa, e alla rotella ed ha il pregio di ben definire e separare metodologicamente le nozioni teoriche, il Simulacro dell’Arte, e quelle pratiche, il Simulacro dell’Uso. Grazie alla chiarezza espositiva del testo originale, l’opera di commento risulta agevolata, ma non meno approfondita, concentrandosi soprattutto nei confronti con le opere coeve, con quelle più antiche e con quelle più recenti. Questa edizione del trattato è inoltre uno dei testi di riferimento per l’esame di Magistro di Scherma Storica presso l’Accademia Nazionale di Scherma di Napoli, secondo le direttive dell’Associazione Italiana Maestri di Scherma e della Federazione Italiana Scherma.

De Larminat F., La scherma del rostro, Tip. Senato, 1882, pp. 137, euro 21,00.

Di Ciolo Enrico, Piccini Simone, Ballestracci Sabrina, Scherma. Aforismi e pensieri del maestro Antonio Di Ciolo, Il Campano, 2011, euro 14,25.

Gambaretti Riccardo, La scherma. Elementi di biomeccanica del gesto e di prevenzione traumatologica, Piccin-Nuova Libraria, 1990, pp. 80, euro 6,20.

Gardenti Stefano, Scopriamo la scherma!, Scuola dello Sport, 2012, pp. 32, euro 5,00.

Gaugler William M., La scienza della scherma secondo la «Scuola italiana» , Zanichelli, 1992, pp. 392, euro 30,00.

Gaugler William M., La storia della scherma. Le basi della moderna scherma europea, Nomos Edizioni, 2007, pp. 540, euro 28.

L’evoluzione della scherma, dal XVI secolo ai giorni nostri, raccontata dal maggior esperto statunitense, formatosi in Italia. Uno strumento utile sia per i maestri di scherma, che per tutti coloro che vogliono iniziare a conoscere e capire questo sport, oggi più che mai in crescita. In un testo semplice e leggibile, completo di 130 illustrazioni, la storia dello sport che ha portato più medaglie olimpiche all’Italia.

Gelli Jacopo, Bibliografia Generale Della Scherma Con Note Critiche: Biografiche E Storiche. Testo Italiano e Francese, Nabu Press, 2010, pp. 683, euro 28,00.

This is an EXACT reproduction of a book published before 1923. This IS NOT an OCR’d book with strange characters, introduced typographical errors, and jumbled words. This book may have occasional imperfections such as missing or blurred pages, poor pictures, errant marks, etc. that were either part of the original artifact, or were introduced by the scanning process. We believe this work is culturally important, and despite the imperfections, have elected to bring it back into print as part of our continuing commitment to the preservation of printed works worldwide. We appreciate your understanding of the imperfections in the preservation process, and hope you enjoy this valuable book.

Gelli Jacopo, La Scherma Italiana, Hoepli, 1917, euro 109,99.

Gelli Jacopo, Scherma italiana. Su i principii ideati da Ferdinando Masiello, Hoepli, 1881, pp. 220, euro 140.

Gelli Jacopo, Un trattato di scherma con postille autografe di Torquato Tasso, Milano 1901, pp. 1113, euro 16,00.

Grisetti Pietro – Rosarol Scorza Giuseppe, La scienza della scherma esposta dai due amici il Barone Rosaroll Scorza cavaliere dell’ordine Reale delle due Sicilie e colonnello del Reggimento principe Reale e Pietro Grisetti capo di battaglione dell’artiglieria italiana, Notabile, 1810, euro 600,00

Il progetto di Luigi Walter Moretti e le cronache della palazzina della Scherma al Foro Italico nei fondi dell’Archivio centrale dello Stato, Kappa, 2005, pp. 136, euro 40,00.

La bottega dello storico. Le metodologie della ricerca nella scherma storica, Il Cerchio, 2011, pp. 160, euro 20,00.

Libreria Antiquaria Pregliasco, Cento libri di scherma, Torino, 2002, euro 28,00.

Lodà Francesco, Dal trattato alla sala d’armi. Studi e strumenti della scherma storica, Bonanno, 2013, pp. 136, euro 12,00.

Nella storia della scherma è esistita una corrente meridionale chiamata Scuola Napolitana, attiva tra la metà del XVII e l’inizio del XIX sec., che ha sviluppato un metodo di insegnamento fortemente coeso per didattica, omogeneità linguistica, parentele e discendenze, elementi di innovazione, percezione esterna, strumenti adoperati; la scuola, in realtà distinta nelle correnti romana, napolitana, siciliana, fu strettamente legata agli ambienti più influenti del suo periodo: le corone spagnola e austriaca, il Papato, la corte di Cristina di Svezia, i Borbone, Napoleone. Questo compendio presenta una disamina comparativa delle tecniche di spada sola descritte dai principali autori della Scuola, sottolineando le analogie e le differenze di impostazione personale alla luce di una comune visione sul “giocare di scherma” alla napoletana; l’analisi del compendio non si limita tuttavia alle tecniche ma affronta il contesto storico e sociale in cui la Scuola si è sviluppata, senza trascurare le dimensioni linguistiche, oplologiche, storiografiche del fenomeno, che restituiscono maggiori garanzie al metodo d’indagine.

Lodetti G – Lodetti M, La scherma. Tecnica, didattica, psicologia, Mursia, 2003, pp.144, euro 11,90.

Mangiarotti Edoardo – Cerchiari Aldo, La vera scherma, Longanesi, 1966, pp. 418, euro 16,00.

Marrazzi Andrea, La scherma moderna, Edizioni Mediterranee, 1955, pp. 133, euro 10,00.

Martinelli Giannino, Trattato di scherma col bastone da passeggio, Il Cerchio, 2009, pp. 144, euro 20,00.

Maisiello Ferdinando, La scherma di fioretto. Seconda edizione arricchita da numerose illustrazioni, Bemporad, 1902, euro 180,00.

Manoscritto I.33. Il più antico trattato europeo di scherma, Il Cerchio, 2012, pp. 250, euro 30,00.

Datato intorno alla fine del XIII secolo, il manoscritto recante il codice I.33 è notoriamente il più antico trattato di scherma da duello pervenuto fino ai giorni nostri. Di origine tedesca, rappresenta due combattenti che praticano scherma di spada e brocchiero, e reca commenti in latino a corredo delle illustrazioni. Con quest’opera l’Associazione Sala d’Arme Achille Marozzo vuole presentare, in maniera esaustiva le immagini, la trascrizione e la traduzione dei testi, e fornire un’interpretazione accurata delle tecniche schermistiche descritte. Anni di ricerche e studio delle fonti, di individuazione di parallelismi e similitudini e di lavoro di ricostruzione in sala, hanno confutato diversi miti sull’uso della spada nel medioevo, rivelando una scherma strutturata e raffinata che affonda le proprie radici nella cultura occidentale medievale.

Manusardi D. Italo, L’arte del duello. La scherma da terreno della Dinastia Manusardi, secondo le norme delle antiche scuole di scherma europee, Maggioli Editore, 2008, pp. 268, euro 22,00.

Teoria, tecnica e pratica di un metodo tramandato per tradizione di padre in figlio: questo libro è uno spaccato sulla Scherma del periodo a cavallo tra XIX e XX secolo, in Francia e in Italia. La Scherma cosiddetta “da terreno”, opposta a quella “da pedana”, fu il primo passo che portò alla definitiva decadenza di quell’antica pratica risolutiva delle questioni d’onore che fino alla fine del XIX secolo ancora andava in voga, soprattutto in ambito militare e nell’alta società, e che proseguì fino alla metà del secolo scorso: il duello.

Masianello Parise, Trattato teorico-pratico della scherma di spada e sciabola, Seneca Edizioni, 2011, pp. 240, euro 22,00.

Merendoni Antonio G., L’arma e il cavaliere. L’arte della scherma medievale, Il Cerchio, 1999, pp. 110, euro 18,00.

Montano Aldo – Nardone Giorgio – Sirovich Giovanni, Risorgere e vincere: Una storia di talento, tecnica e strategie mentali, Ponte alle Grazie, 2012, pp. 82, euro 9,80.

Trionfare alle Olimpiadi non è cosa da tutti. Ma affrontare una crisi durissima e risorgere ai massimi livelli nonostante gli infortuni è forse un’avventura irripetibile per uno sportivo. Il protagonista di questa impresa è Aldo Montano, campione indiscusso della scherma italiana e internazionale degli ultimi anni. È una storia di rivalsa, di vittorie, costellata anche di profondi timori e delusioni, che culmina con l’esaltante conquista che ha portato Montano sul gradino più alto del podio ai Campionati mondiali di Catania del 2011. Il racconto è una cronaca sportiva avvincente, e insieme un moderno romanzo di cappa e spada – incruento e spesso ironico – raccontato da un punto di vista privilegiato, «dietro le quinte», dalle voci dei tre personaggi: il campione Aldo Montano, il commissario tecnico della nazionale di sciabola Giovanni Sirovich e Giorgio Nardone, «psicologo e stratega». Rispettivamente talento, tecnica e forza della mente: al di là delle doti naturali e della potenza muscolare dell’atleta, la performance richiede modelli percettivi e reattivi elevatissimi, in cui la tecnica si fa fluida, spontanea, fino alla «trance agonistica». Così il Problem Solving Strategico, l’ipnosi e gli stratagemmi suggeriti diventano strumenti altamente efficaci a disposizione dello sportivo – e determinanti nel caso di Montano. Il testo, infatti, rappresenta anche una sorta di manuale di scienza della performance. Ma l’autentica bellezza di queste pagine, la loro profonda umanità, è che può riguardare tutti noi da vicino, e insegnarci che il coraggio e il sacrificio sono risorse insostituibili in qualunque situazione.

 

N. A., Campionati Italiani Universitari di atletica leggera, scherma e nuoto. Maggio-giugno 1927, euro 75,00.

N. A., Regio Esercito Italiano. Gara di Scherma – Spada., euro 52,00.

Nostini Renzo, Catalogo delle opere di scherma. Duello e regole cavalleresche dal XV al XX secolo. Catalogo delle armi bianche. Dal XIV Secolo, Scuola dello Sport, 1982, pp. 154, euro 75,00.

Redazioni Garzanti, Scherma. Storia e regole (Garzantine gbook), 2012, pp. 20, euro 0,99.

L’uso delle armi bianche a scopo difensivo o offensivo percorre tutta la storia dell’uomo. Nel Vecchio continente, la pratica del duello accompagna intere epoche, per cadere in disuso solo all’inizio del Novecento, quando nasce la scherma come pratica agonistica con precise regole e codici. Trasferitasi sulle pedane, la scherma diventa modello di sport elitario ed elegante, in cui si fondono istinto e destrezza, lucidità e intuito, e in cui più che la capacità di soverchiare brutalmente l’avversario conta soprattutto l’abilità nel neutralizzarne i colpi. Nella storia della disciplina, la scuola italiana si impone a livello internazionale grazie a olimpionici fuoriclasse come Nedo Nadi ed Edoardo Mangiarotti e a giovani talenti come Giovanna Trillini e Valentina Vezzali. In questa agile guida alla più “cavalleresca” delle pratiche sportive, vengono illustrate l’evoluzione, le caratteristiche e le regole generali della disciplina e delle sue tre specialità: il fioretto, la sciabola, la spada.

Pezzin Claudio, La Scherma, Fermenti, 2003, pp. 72, euro 7,80.

Reguzzoni Mario, Società di ginnastica e scherma del Panaro. Un secolo di vita. Aspetti del sorgere e dell’affermarsi delle attività sportive modenesi, Artioli, 1970, euro 10,00.

Renaud Jean-Joseph, La scherma di spada, Maggioli Editore, 2011, euro 25,00.

L’autore mette nero su bianco il suo polemico pensiero sulla scherma a lui contemporanea sostenendo che tutto ciò che veniva insegnato e praticato dalla maggioranza dei maestri francesi non era assolutamente pratico o reale. Renaud è lapidario: il fioretto oramai è storia; la sciabola moderna è inutile e nella realtà non esiste, meglio imparare ad usare un bastone da passeggio; l’unico senso si può ancora trovare nello studio e nel maneggio della nuova spada, l’arma che in quei tempi veniva usata sul terreno per risolvere le questioni in duello. Questa sua posizione così decisa, dura e scomoda nei confronti di gran parte degli schermidori del tempo lo porrà alla testa di un movimento rivoluzionario che alla fine vedrà la ragione dalla sua parte e molte delle sue idee universalmente condivise. Con questo testo crea un metodo completamente nuovo, aggiornando e correggendo il metodo classico, attingendo sia dalla scherma più antica sia da quella italiana, che lui riconosce essere estremamente utile e pratica. Getta le basi e crea le fondamenta della scherma del futuro, della spada sportiva moderna. Dopo un secolo questo libro vede la luce anche in lingua italiana e mostra quanto la scherma francese possa essere vicina a quella italiana e quanto una giusta fusione dei due stili possa essere estremamente efficace ai fini reali di un vero duello alla spada da terreno o di un assalto di spada sportiva.

 

Rossi Giordano, Manuale Teorico-Pratico Per La Scherma Di Spada E Sciabola: Con Cenni Storici Sulle Armi E Sulla Scherma E Principali Norme Pel Duello, Nabu Press, 2010, euro 23,13.

Società D’istruzione Militare E Di Beneficenza Della Guardia Nazionale Di Torino, Accademia di Scherma, Torino, 1858, euro 12,00.

 

Spallino Antonio, Una frase d’armi. Pagine di scherma e di vita, La Vita Felice, 1997, pp. 128, euro 18,59.

 

Toràn Giancarlo, FIS 100. La Federazione italiana scherma compie 100 anni, Nomos Edizioni, 2009, pp. 176, euro 39,00.