Non poteva mancare nel nostro sito una pagina di Filmografia.

Ecco l’arte del maneggiare le armi in qualche film.

La scena iniziale de Il Primo Cavaliere, magistralmente interpretato da Sean Connery e da Richard Gere, presenta Lancillotto in un interessante confronto di spada. Una sfida. Una gara per divertimento e denaro vinta grazie ad un’abilità sorprendente nel disarmare l’avversario.

Lo scambio di battute che segue è un capolavoro di psicologia della scherma:

Marc: Come hai fatto? Come ha fatto? C’è del trucco?

Lancillotto: No, nessun trucco. Io combatto così.

Marc: Potrei farlo anch’io? Dimmi, posso imparare?

Lancillotto: Studia il tuo avversario come si muove. Saprai cosa farà prima che lo faccia.

Marc: Posso riuscirci.

Lancillotto: Devi individuare quel momento che c’è in ogni scontro in cui si vince o si perde. Devi saperlo aspettare.

Marc: Posso fare anche questo.

Lancillotto: E non deve importarti di vivere o morire.

 

Sfida d’Onore (By the Sword). 1991. Regia di Jeremy Paul Kagan.

Ex campione di scherma uscito di galera riprende la dignità che gli compete. Dopo 25 anni di prigione scontati per aver ucciso il suo maestro in un accesso di collera, un ex campione di scherma accetta di lavorare come uomo di fatica nella scuola d’armi diretta dal figlio dell’ucciso. Questi è autoritario e rigido: vorrebbe diventare il miglior maestro di scherma di tutti i tempi. L’altro scopre di essere un eccellente allenatore: lo scontro fra i due è ormai inevitabile. Murray Abraham e Eric Roberts sono punte di diamante di un cast efficace per questo dramma psicologico.

 

Il maestro di scherma (El maestro de esgrima). 1992. Film diretto da Pedro Olea tratto dal romanzo thriller di Arturo Pérez-Reverte, pubblicato in Spagna nel 1988 e tradotto in italiano nel 1999, edito da Marco Tropea Editore.

Lagardère. Film per la televisione del 2003, diretto da Henri Helman. Si tratta di una trasposizione del romanzo di Paul Féval, Le Bossu.

Parigi, 1718. Henri Lagardère è un trovatello che è stato allevato da due maestri d’arme e mastri spadai, Cocardasse e Passepoil. Un giorno viene salvato dal duca Philippe di Nevers, impareggiabile spadaccino, solo conoscitore di un colpo micidiale e imbattibile (la botta di Nevers). Il duca ama la bella Inès di Caylus e vorrebbe sposarla, ma il vecchio marchese è ostile a causa di una vecchia diatriba tra le due famiglie. Philippe si confida con suo cugino, e grande amico, il Principe Philippe di Gonzaga, che in realtà lo odia e vuole a sua volta sposare Inès. Qualche mese dopo Lagardère incontra nuovamente Nevers, e questa volta riesce a farsi prendere a servizio. Inès dà alla luce una bambina e Philippe decide di portarla al sicuro nel suo palazzo. Philippe di Gonzaga incarica il subdolo servitore Peyrolles di reclutare quindici uomini d’arme e tendergli un agguato…

Su Youtube si può trovare qualche scena interessante e curiosa.

Lezione di Scherma di Scaramuche:

La maschera di Zorro:

 

Ed ecco un canale che offre parecchie scene di scherma antica e moderna:

www.youtube.com/user/ROCLAM39?feature=watch